Una torre evaporativa in cantina

torri evaporative incrostate

Una torre evaporativa in cantina ed una sottoterra…sembra strano ma non è così.

Le torri evaporative non sono proprio il massimo dell’estetica, anche se ultimamente alcuni costruttori hanno affinato la costruzione, dopo qualche mese di funzionamento, le torri evaporative diventano veramente “brutte” a vedersi:

  • esposizione ad agenti atmosferici
  • colature di umidità
  • gocciolamenti di acqua da vento
  • incrostazioni di carbonati sulle serrande
  • alghe

questo sono solo alcuni esempi di quello che si presenta a prima vista.

In determinati casi, questo non si sposa con l’estetica curata di un building di ultima generazione o l’aspetto curato di una azienda “green oriented”, immersa magari in un’oasi di verde.

Solitamente per ovviare a questi inconvenienti, le torri vengono posizionate sui tetti, in zone poco accessibili ad occhio nudo, comunque nascoste.Torri evaporative in copertura su edificio

Spesso però non esiste la possibilità di posizionarle “roof top”.

Ultimamente abbiamo servito dei clienti che si sono “sbizzarriti” nella ricerca di soluzioni particolari.

In un caso, un cliente nel centro storico di Milano, ha installato la torre praticamente in cantina, con una canalizzazione di ripresa e mandata aria, attraverso bocche di lupo. Il lavoro effettuato è stato certosino in quanto abbiamo praticamente costruito la torre a pezzi direttamente on site, ma il risultato è decisamente premiante. Nello specifico la torre asserve dei gruppi frigoriferi di condizionamento.Torre evaporative installata in cavedio

In un caso un po più datato, invece il cliente, una importante società di tessili pregiati, con una immagine molto all’avanguardia ed una spiccata attenzione all’ambiente, ha ricavato per torre e scambiatori un intero reparto sotterraneo, con griglie superiori di areazione per il vapore delle torri. Tutto l’impianto era ad asservimento di una colonna di abbattimento di ammine, quindi un impianto “ecologico” per il trattamento dei fumi esausti di stamperia.

Esistono poi casi molto bucolici, solitamente realizzati per gli impianti di innevamento artificiale, dove le torri evaporative, che asservono i cannoni sparaneve (aumentandone il rendimento fino al 30-35% in termini di produttività), vengono dissimulate sulle pendici delle montagne creando costruzioni in legno in stile con l’ambiente che le circonda.

montaggio torre piano -1montaggio torre in scantinatotorre evaporativa montata pronta per la messa in marcia

torri centrifughe in cortile interno

chiller condensati ad acqua installati in cantina