Scaglie di cioccolato e raffreddamento

Buon settembre e ben rientrati dalle vacanze! Quale miglior modo per un dolce rientro che parlare di cioccolato? Ebbene sì, parliamo qui in particolare di come si ottengono le scaglie di cioccolato, e ancora una volta si tratta di una applicazione che comporta la regolazione delle temperature.

Infatti, per produrre scaglie di cioccolato, ma in generale anche qualsiasi altro tipo di prodotto alimentare in scaglie, si procede a stendere il prodotto caldo su un nastro trasportatore, in genere fatto di acciaio inossidabile o in altro materiale che sia compatibile per il contatto con gli alimenti. Il prodotto viene quindi raffreddato dal basso, impiegando getti di acqua fredda, solidificandosi.

Il nastro trasportatore ha una lunghezza predefinita per consentire il completo raffreddamento del prodotto. Al termine del nastro, vi è quindi una sorta di lama raschiante che solleva e raschia via il prodotto dal nastro trasportatore, creando appunto le scaglie. Un processo interessante, semplice e geniale allo stesso tempo, che ancora una volta implica una applicazione di raffreddamento.